• Stefano Napoli

Londra mi ha cambiata - Sofia Disaster


Sofia Disaster Londra

Raccontaci di te, di cosa ti occupavi in Italia?

Io sono Sofia, o meglio Sofia Disaster, ho 25 anni e sono una expat innamorata della vita e dei viaggi. Attualmente mi trovo a Londra, dove ho vissuto in totale quattro anni.


Ho un canale YouTube dove parlo delle mie esperienze all'estero, dei miei viaggi e della mia vita in generale, dove cerco di emanare energie positive, motivazione e voglia di viaggiare.

Il mio canale mi permette di aiutare coloro che vogliono vivere all' estero ed incoraggiare chiunque a provarci sempre nella vita, qualsiasi scelta si faccia!


In Italia appena finite le scuole superiori ho iniziato subito a lavorare come cameriera per risparmiare soldi. Sarei voluta entrare nell'esercito come paracadutista!

Invece poi, a 19 anni decisi di trasferirmi all' estero, precisamente a Londra!


Come mai hai deciso di trasferirti all'estero?

Ho sempre avuto una passione grande per i viaggi, vengo da una famiglia di viaggiatori seriali. I miei genitori sono stati e sono tutt'ora la mia piú grande fonte d' ispirazione.

Sono una ragazza molto curiosa, mi piace adattarmi a culture diverse, amo immergermi in tutto ció che non appartiene alle mie origini.


Sento un costante bisogno di spostarmi, di non avere un punto fisso, di cambiamenti.

La routine e la quotidianeitá adesso non fanno parte del mio essere.

Sono uno spirito libero, mi sento in totale simbiosi con il mare e con il cielo.


La sensazione che piú mi fa sentire viva é quella di sentirmi totalmente libera ed indipendente.

Per questo, 6 anni fa ho deciso di trasferirmi all' estero.

A volte mi domando se troveró mai il mio posto nel mondo ma la risposta é sempre quella:

"il tuo posto nel mondo é dove il tuo cuore si sente a casa ed io, mi sento a casa nel mondo".

Perché hai scelto proprio Londra?


Sofia Disaster Londra

Volevo imparare l' inglese, sentivo che con questa lingua avrei potuto aprirmi molte piú porte e cosí é stato. Ho scelto Londra anche perché ogni volta che qualcuno mi proponeva un viaggio, era la cittá che scartavo costantemente.

Volevo andare a vedere perché era la meta che non sceglievo mai! Un pó andai anche perché avevo davvero voglia di partire, sentivo la necessità di fare i bagagli e cavarmela interamente da sola.


Sentivo il bisogno di scoprire un modo di vivere che non rispecchiasse il mio. Volevo conoscere persone nuove ed imparare ad ambientarmi in un luogo completamente sconosciuto pieno di etnie diverse e multiculturale.




Quali sono state le difficoltà che hai dovuto affrontare all'inizio?



Sinceramente ho vissuto tutto con una serenità estrema. Tornassi indietro farei esattamente lo stesso percorso. Sono partita senza pensarci troppo, ci ho messo nemmeno due settimane a preparare i bagagli e partire! Sono molto impulsiva, da questo deriva difatti il mio nomignolo "Disaster".


A volte ovviamente sentivo sconforto, Londra ha la capacitá di farti sentire al settimo cielo per poi scaraventarti a terra in un secondo ma mai ho perso il coraggio, ho sempre creduto in me stessa.

Non ho mai avuto paura di mollare perché ho sempre sentito che questo era solo il mio trampolino di lancio.

Era solo l'inizio della mia avventura ed era ogni giorno sempre piú entusiasmante.



È stato importante sapere bene l'inglese prima di partire?



Amo questa lingua da sempre, ascoltavo musica inglese, vedevo serie tv in lingua originale aiutandomi con i sottotitoli e a scuola era una delle mie materie preferite ma quando ho fatto la prima prova di lavoro, ho capito che l'inglese che avevo assimilato fino a quel momento non era un bel niente!

Sono stata fortunata perché appena arrivai a Londra, lavorai in una caffetteria molto tranquilla, dove ho avuto l'opportunitá di praticare il mio inglese e di iniziare a masticarlo.

Il proprietario era un gran chiacchierone e mi aveva preso a cuore, come fossi una seconda figlia. Mi sono anche impegnata a studiarlo costantemente leggendo giornali, articoli, andando al cinema, parlando con chiunque, traducendo testi ed ascoltando molta musica.



Sofia Disaster Londra


Sappiamo che grazie a Londra sei riuscita ad essere chi sei oggi, in che modo ti ha fatto crescere?