Progetto Travel Blogger per l'Italia - Il Mondo Attraverso

Aggiornato il: 24 lug 2020



Presentati brevemente:


Mi chiamo Salvatore e vengo dall’Abruzzo. Sono un ingegnere, ma soprattutto un viaggiatore. E non mi stancherò mai di ripeterlo a chiunque mi si presenti, e a me stesso, ogni giorno. Si perché appena posso io parto. E vado dove mente e gambe mi trascinano, spinto da un bisogno irrefrenabile, oserei dire primordiale, di esplorare, di conoscere e di vagare, alla ricerca di storie curiose e che mi emozionino. Australia, Tanzania, Islanda rappresentano alcuni dei miei viaggi all’ estero più importanti fino ad oggi. Ma la mai voglia di viaggiare non si traduce per forza nel percorrere migliaia di chilometri; la nostra bella Italia è ricchissima di meraviglie che non basterebbe una vita intera per ammirarle tutte, e forse nemmeno due. Nel Dicembre 2018 ho aperto un mio blog di viaggi, Il Mondo Attraverso.

Nato inizialmente come un semplice diario, senza alcun tipo di progetto alle spalle, nel giro di un anno e mezzo mi ha permesso di entrare in contatto con tante realtà, in primis nel settore viaggi e turismo, ma non solo. Ha iniziato così a delinearsi un percorso inaspettato di crescita personale, il quale spero mi condurrà verso un cambiamento professionale che coinvolga il più possibile la mia passione per i viaggi sostenibili e la solidarietà.



Raccontaci del progetto "Travel blogger per l’Italia"

(com'è nato e con che obiettivi)


Sono molto felice di aver preso parte a questa bellissima iniziativa di travel blogger per l’Italia.

Abbiamo partecipato in 180 travel blogger, provenienti da ogni regione italiana. Ci siamo uniti per raggiungere tutti insieme un duplice obiettivo :

sostenere l’Italia oggi e aiutarla a ripartire domani. Per il primo obiettivo abbiamo creato una raccolta fondi online dedicata per Emergency, nostro charity partner.

Il ricavato è stato destinato totalmente a sostegno di progetti specifici che la onlus sta portando avanti per combattere l’emergenza sanitaria italiana legata al Covid-19.

Per il secondo obiettivo, abbiamo scritto tutti insieme una guida, dal titolo “Destinazione Italia : 270+ idee per un viaggio lungo lo stivale”. Per ispirare quante più persone possibili a viaggiare nella nostra nazione quando finalmente si potrà, cercando di aiutare, nel nostro piccolo, il turismo italiano, e facendo conoscere luoghi insoliti del bel Paese. Si perché non si tratta della classica guida turistica, bensì quella di un’Italia più nascosta, con oltre 270 destinazioni poco conosciute al grande pubblico. Perché il turismo dovrà ripartire proprio da questi luoghi, quelli più piccoli e vicini a noi, e quindi più autentici, che rappresentano tutta l’unicità del nostro splendido Paese.


Guarda il video di presentazione



Viaggi solidali: la mia esperienza in Tanzania


La solidarietà è sicuramente un sentimento che mi appartiene, e sovente si intreccia anche con i miei viaggi. Un esempio perfetto di questo connubio è rappresentato dalla mio recente viaggio in Tanzania. Quando viaggio cerco sempre di immergermi il più possibile nella realtà locale. Questa volta volevo fare di più, volevo rendermi utile. In un territorio, quello tanzaniano, estremamente povero e con tanto bisogno di aiuto. Per questo motivo ho deciso di sostenere l’associazione Smiley Hands Organization Tanzania.

Da circa un paio di anni questa onlus si impegna nel portare avanti progetti a sostegno di una comunità Masai locale, in particolare per l’educazione dei bambini e per le donne.

Un popolo, quello Masai, da tempo in grandissima difficoltà, di cui si parla molto poco, e spesso anche molto male. Ho lanciato una campagna di beneficienza dal nome “Tutti Siamo Comunità”.

Una raccolta fondi sulla piattaforma gofundme per costruire una libreria all’interno di una scuola elementare, e una cucina per una scuola dell’infanzia. Obiettivi entrambi raggiunti. Ed è stato super emozionante recarmi lì di persona, portare i soldi raccolti e ricevere gli abbracci e i ringraziamenti da parte degli stessi Masai. Bellissimo. Aiutare in generale è sempre importante e fa sempre bene. Sia per chi riceve, ma forse ancora di più per chi dona.




Viaggi lenti e sostenibili: il mio viaggio in ebike


Amo viaggiare in maniera lenta e sostenibile. L’ultimo mio viaggio significativo di questa tipologia è stato sicuramente quello che io ho chiamato “l’Italia Attraverso”, una traversata da Torino fino a Chieti, rispettivamente la città in cui vivo e quella in cui sono nato, in sella ad una ebike. Quasi mille chilometri di un’avventura unica, la prima per me in bicicletta.

Mi ha permesso di riscoprire i concetti di spazio, tempo e del viaggiare libero, sempre più trascurati oggi. Smettere di avere fretta è stato illuminante. Ho riscoperto la voglia di apprezzare le piccole cose, la bellezza dei piccoli borghi sconosciuti, perfino gli imprevisti di ogni genere, spesso tragicomici. Ma la cosa più bella è stata senza dubbio l’ospitalità che ho ricevuto dalla gente del posto.

Molti mi hanno perfino fatto dormire a casa loro senza chiedere niente in cambio, grazie alla piattaforma Warmshowers, una app specifica per i cicloviaggiatori che permette di cercare e offrire ospitalità gratuitamente. Un’esperienza che mi ha arricchito tantissimo, e non vedo l’ora di fare il bis. “L’Italia attraverso part.2” dall’Abruzzo fino in Sicilia. Chissà, magari anche l’estate prossima.





Guarda l'intervista completa sul nostro canale YouTube:



Segui IL MONDO ATTRAVERSO:

Instagram : https://www.instagram.com/ilmondoattraverso/

Facebook : https://www.facebook.com/ilmondoattraverso/